Le esposizioni

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Le esposizioni ENCI

enci

  • Esposizioni regionali ENCI: giudicate da giudici riconosciuti ENCI, hanno uno spazio apposito nei libretti delle qualifiche, non sono valide per poter concorrere a titoli, ma sono valide per ottenere le qualifiche richieste sia per presentare i requisiti per le richieste di affisso, sia per adire alla prova di selezione.
  • Esposizioni Nazionali ENCI: giudicate da giudici riconosciuti ENCI o FCI, nel caso di Mostre Speciali (MS) da giudici specialisti della razza, rilasciano il CAC (certificato di attitudine al Campionato italiano di bellezza)
  • Esposizioni Internazionali : giudicate da giudici ENCI o FCI, rilasciano il CACIB (certificato di attitudine al campionato internazionale di bellezza)

Dal regolamento esposizioni FCI: Le società organizzatrici controlleranno di riportare nel catalogo solo i cani appartenenti a razze il cui standard è riconosciuto dalla FCI e che sono registrate nel libro delle origini o nell’allegato al libro di un paese membro della FCI o di un paese non membro il cui libro è comunque riconosciuto dalla FCI. In occasione delle esposizioni con assegnazione del CACIB, è obbligatorio rispettare la nomenclatura delle razze della FCI in vigore. La divisione in gruppi è la seguente:

• 1° gruppo : Cani da pastore e bovari (eccetto bovari svizzeri)

• 2° gruppo : Cani di tipo Pinscher e Schnauzer – Molossoïdes e bovari svizzeri

• 3° gruppo : Terrier

• 4° gruppo: Bassotti

• 5° gruppo: Cani di tipo Spitz (Cani nordici, Spitz e tipo primitivo)

• 6° gruppo: Cani da muta e cani da cerca

• 7° gruppo: Cani da ferma

• 8° gruppo: Cani da caccia, da riporto e cani da soccorso in acqua

• 9° gruppo: Cani di compagnia

• 10° gruppo: Levrieri e razze simili

Sono esclusi dalle esposizioni i cani malati, storpi o colpiti da atrofia testicolare nonché cagne in calore o chiaramente in lattazione o accompagnate dai loro cuccioli. I cani non riportati nel catalogo non possono essere giudicati salvo autorizzazione del comitato organizzativo (problema di stampa del catalogo, ecc.).E’ vietato trattare il mantello, la cute, il naso con qualsiasi cosa ne alteri la struttura, il colore e la forma. E’ vietato preparare il cane, nello spazio espositivo, con qualsiasi sostanza o apparecchiatura. E’ ammesso spazzolare e toelettare. E’ anche vietato lasciare il cane legato al tavolo oltre il tempo necessario per la sua preparazione. Sono ammessi chip e tatuaggi. Se non esistono scanner per la lettura del chip nel paese in cui si svolge l’esposizione, l’espositore deve portare il suo.

5. CLASSI Non è consentita l’iscrizione a due classi né l’iscrizione in ritardo (dopo la data di chiusura). Se questo è di norma nel paese in cui ha luogo l’esposizione, è possibile organizzare altri concorsi o esposizioni annesse nello stesso ring, al di fuori della manifestazione ufficiale. Nelle esposizioni con assegnazione del CACIB patrocinate dalla FCI, sono autorizzate solo le seguenti classi:

a. Classi che entrano in lizza per il CACIB:

Classe intermedia (da 15 a 24 mesi, facoltativa)

Classe aperta (a partire da 15 mesi, obbligatoria)

Classe lavoro (a partire da 15 mesi, obbligatoria)

Classe campioni (a partire da 15 mesi, obbligatoria)

Classe Lavoro Per iscrivere un cane nella classe lavoro, è indispensabile che il modulo di iscrizione sia accompagnato da una copia del certificato della FCI in cui sarà confermato (questa conferma deve essere fatta dall’associazione canina nazionale del paese di residenza permanente del detentore e/o proprietario del cane) che il cane ha superato la prova e i dettagli della stessa. E’ necessario assicurarsi che i risultati ottenuti durante la prova siano validi secondo i regolamenti della FCI.

Classe Campioni Per iscrivere un cane nella classe campioni, è indispensabile aver ottenuto uno dei seguenti titoli entro il giorno della data di chiusura ufficiale delle iscrizioni. Una copia deve essere allegata al modulo di iscrizione.

• Un titolo di Campione Internazionale della FCI

• Un titolo di Campione Nazionale (ottenuto con almeno 2 ricompense in un paese membro della FCI)

• Sono accettati titoli di Campione Nazionale di paesi non membri della FCI

b. Classi non considerate per il CACIB

Classe Puppy (da 6 a 9 mesi, facoltativa)

Classe Giovani (da 9 a 18 mesi, obbligatoria)

Classe Veterani (a partire da 8 anni, facoltativa) La data considerata ai fini della determinazione dell’età è il giorno prima dell’esposizione.

6. GIUDIZI E CLASSIFICA I giudizi dati dai giudici devono rispondere alle seguenti definizioni:

ECCELLENTE – da attribuire unicamente a un cane che si avvicina molto allo standard ideale della razza, presentato in perfette condizioni, che da’ un’impressione globale armoniosa, con temperamento equilibrato, con “classe” e portamento brillante. La superiorità delle sue qualità rispetto alla razza consentirà di ignorare alcune piccole imperfezioni ma avrà le caratteristiche tipiche del suo sesso.

MOLTO BUONO – da attribuire unicamente a un cane perfettamente appartenente alla razza, di proporzioni equilibrate e in perfette condizioni. Saranno tollerati i difetti veniali ma non morfologici. Questo giudizio può essere dato solo ad un cane di qualità.

BUONO – da attribuire a un cane che possiede le caratteristiche della razza ma che presenta dei difetti a condizione che non siano redibitori.

SUFFICIENTE – da attribuire a un cane che appartiene alla razza in modo sufficiente, senza qualità particolari o non in condizioni ottimali.

INSUFFICIENTE – da attribuire a un cane che non corrisponde al tipo richiesto dallo standard della razza, con un comportamento chiaramente contrario allo standard o aggressivo, con anomalia testicolare, imperfezioni dentali o a livello della mascella; il colore del pelo e/o il mantello sono imperfetti o il cane mostra segni di albinismo. Questo giudizio viene attribuito anche ad un cane poco appartenente alla razza per cui la sua salute potrebbe risultare minacciata. Può anche essere attribuito a un cane che presenta difetti eliminatori rispetto allo standard della razza. I cani a cui non viene dato uno di questi giudizi non potranno restare nel ring e sarà loro attribuito il seguente giudizio:

NON GIUDICABILE – questo giudizio viene attribuito a un cane che non si muove, salta in continuazione o cerca di lasciare il ring rendendo impossibile giudicare il suo movimento e portamento. Viene attribuito anche ad un cane che rifiuta di lasciarsi esaminare dal giudice, rendendo impossibile la valutazione della dentizione, dell’anatomia e della struttura, della coda o dei testicoli. Sono interessati anche i cani in cui il giudice individua tracce di operazioni o di interventi. Questo giudizio è valido anche quando il giudice ha ragione di pensare che le operazioni sono state fatte per correggere la condizione originale del cane o le sue caratteristiche (palpebra, orecchio, coda). Il motivo per cui viene attribuito questo giudizio dovrà essere riportato sul rapporto.

I soli cani che entrano in lizza per il CAC (o il CACIB sono quelli che hanno ottenuto un “1° Eccellente”. Un CAC o CACIB può essere attribuito solo se il cane in questione è stato ritenuto di qualità superiore. L’assegnazione del CAC o CACIB non è automaticamente legata all’ottenimento del “1° Eccellente”. La Riserva CAC o CACIB può essere assegnata al secondo miglior cane avente ottenuto un « Eccellente ». Il giudice assegna il CAC e i RCAC (o CACIB e RISCACIB)in base alla qualità dei cani senza preoccuparsi che questi rispondano o meno ai criteri di età o di iscrizione nei libri di origine riconosciuti dalla FCI. Il cane e la cagna proposti per il CACIB concorrono per il titolo di Miglior Razza nonché il miglior giovane maschio e la migliore giovane femmina aventi ricevuto il giudizio di « Eccellente » nella classe giovani. Nelle esposizioni nazionale ed internazionali ENCI si può inoltre partecipare ai seguenti concorsi: Migliore del Gruppo, Migliore dell’Esposizione, Gruppi di Allevamento, Coppie, Miglior Veterano

 

Le Esposizioni SAS

sas

Raduni sezionali: giudicati da allievi giudici, figura non riconosciuta dall’ENCI, ma istituita dalla società specializzata tra allevatori con precisi requisiti che divengono allievi dopo avere frequentato corsi e superato sia un esame teorico, sia un esame pratico e degli assistentati con giudici specialisti della razza. Il raduno sezionale è , di fatto, l’unica gara che si possa propriamente definire SAS, in quanto i Raduni Nazionali, Regionali e i Campionati, restano comunque gare ENCI.

Raduno nazionale: giudicato da giudici specialisti della razza, sia italiani che stranieri (sono gare valide per l’assegnazione del CAC e considerate Mostre Speciali) Campionato regionale: raduno nazionale organizzato dalla regione. Nelle due classi lavoro viene assegnato il titolo di Campione Regionale. Campionato di Allevamento: momento clou della stagione espositiva, questo appuntamento annuale è il momento in cui gli allevatori si confrontano e vengono dati a tutti gli appassionati, specie attraverso la scelta dei soggetti proclamati Auslese, gli indirizzi e i modelli da seguire.

Le classi di concorso nelle gare SAS: Classe baby (da 4 a 6 mesi) Solo nei sezionali Classe Juniores (da 6 a 9 mesi) Classe Cuccioloni (da 9 a 12 mesi) Classe Giovanissimi (da 12 a 18 mesi) Classe Giovani (da 18 a 24 mesi) Classe Lavoro (oltre i 24 mesi per cani in possesso delle prove di lavoro) Classe Libera (oltre i 24 mesi per cani non in possesso delle prove di lavoro)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

83 + = 88

Aiuto

Webmaster: Mail
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×